Mi presento “ Mi rendo conto di quanto sia stata fortunata nell’ avere potuto condurre una vita libera e ad misura d’ uomo in una terra piena di pace dopo aver conosciuto il frastuono e le preoccupazioni del mondo” Karen Bixlen

 Da molti anni vivo a Tänndalen, in lingua dei Sami del Sud Teanndaelie,  un piccolo paese della  Svezia settentrionale  a pochi chilometri dal confine con la Norvegia . In questa terra dove vivo l’ inverno polare si fa sentire duecentosessantacinque giorni all’ anno con neve quasi perenne e temperature invernali  che spesso raggiungono i 25 gradi sotto lo zero. In estate il clima e’  piu’ mite e questo consente splendidi trekking su   mille chilometri quadrati di foreste e rocce moreniche  rimaste intatte da diecimila anni , l’ Ultima Era Glaciale. Svetta su tutto l’ Helags (  1.797m) la montagna piu’ alta della Svezia a Sud del Circolo Polare Artico. 

Home

 Piu’ gli anni passano e piu’ mi convinco di avere fatto la scelta giusta , di aver scelto un  vivere quotidiano a dimensione d’ uomo e dove il contatto con la natura e’ pressoche’ totale ed unico. Qui non abbiamo bisogno di orologi , la fretta non e’ di casa  ed il passare del tempo viene scandito dalle  stagioni , dalla  migrazione degli uccelli , dalla transumanza delle renne e da tutti quei mutamenti naturali che spesso per chi vive nelle citta’ sono  vissuti  come fastidiosi intralci al tran tran quotidiano. A vivere qui si scopre , almeno io ho scoperto, che tutte quelle “impalcature” che ci costruiamo addosso a partire dai vestiti, ornamenti, condizionamenti mentali, uniformita’ del pensare , mode, sono appunto impalcature, e davvero non servono, non esistono.  Arrivando su questi altipiani sferzati dai venti dove la vista si perde all’ orizzonte  in un deserto di dune gelate , sastrugi  taglienti ed increspati,    si vive una sorta di ”  baptême de la solitude“, un “battesimo della solitudine” espressione usata per descrivere lo stato d’ animo difronte ai deserti africani – dove la memoria si annulla e si viene a contatto con se’ stessi :

…”i francesi chiamano “le bapteme de solitude”. È una sensazione unica e non ha nulla a che fare con la solitudine, poiché la solitudine presuppone la memoria. Qui in questo paesaggio interamente minerale illuminato da stelle come bagliori, anche la memoria scompare … Uno strano, e per nulla piacevole, processo di reintergrazione inizia dentro di te, e hai la possibilità di lottare contro di esso e insistere per rimanere la persona sei sempre stato, o lasciandolo fare il suo corso.
… Forse la domanda logica da porre a questo punto è: perché andare? La risposta è che quando un uomo è stato lì e ha subito il battesimo della solitudine, non può fare a meno di se stesso. Una volta che è stato sotto l’incantesimo del vasto e luminoso paese silenzioso, nessun altro luogo è abbastanza forte per lui, nessun altro ambiente può fornire la sensazione estremamente soddisfacente di esistere in mezzo a qualcosa di assoluto. Tornerà indietro, qualunque sia il costo in tempo o denaro, perché l’assoluto non ha prezzo. ” ( Paul Bowles, Baptism of Solitude)

Compagni di avventure, i miei Huskies  Siberiani . E’ da loro che  ho imparato il senso della libertà e quel correre felice verso  mete sconosciute, senza riserve.

Home

La RedFox Adventure Holidays non e’ un agenzia di viaggio – le mete che qui vi propongo sono legate all’ area in cui vivo ed i programmi che qui sono descritti fanno parte  della mia vita di tutti i giorni.  Il mio intento e’ quello di far vivere ” uno dei tanti mondi possibili” , creare un alternativa anche se momentanea – alla routine qutidiana, allo stress , per riappropriarsi del silenzio, della natura e vivere come le persone che abitano in queste zone fuori dalle mete turistiche di massa. I grandi numeri non mi interessano, mi interessano invece le persone, mi interessa prendermi cura di loro ad una ad una e farle entrare anche se per un attimo “in un tempo senza tempo”. E’ cosi’ che potremo sedere accanto ad un fuoco ,osservare le stelle, la via lattea, un Aurora Boreale, conoscere i popoli nordici come i Sami che qui lavorano con le renne nella loro realta’ piu’ vera. Potremo anche sperimentare  una sorta di ” Battesimo del ghiaccio”  immergendosi nelle acque gelide dei laghi invernali per poi  concedersi una sauna rilassante  proprio come e’ usanza di popoli nordici. 
I programmi sono inserite all’ interno del ” Calendario dei Sami” del Sud,  e suddiviso in otto stagioni.  Le stagioni legate all’ arrivo della prima neve ed al suo disgelo ed al ciclo vitale delle renne dallo loro nascita alla loro morte.
Per chi e’ adatta questa vacanza? 
Questa vacanza e’ adatta a tutti. Difatti le escursioni potranno essere personalizzate a seconda delle capacita’ di ciascuno. L’ intento e’ di far conoscere l’ Artico anche a persone che non sono necessariamente degli atleti, sportivi etc . Tuttavia il contesto in cui viviamo e’ fuori dalle mete turistiche e cio’ significa che non siamo in un ” villaggio turistico” ma tra mille chilometri di Riserve Naturali. Le attivita’ che faremo sono all’ aperto e richiedono una propensione allo sport  ed al movimento  E quindi via libera allo sci di fondo per principianti e non , alla slitta trainata dai cani dove guiderete un proprio team, a passaggiate sugli altipiani per osservare le luci del Nord. In estate, trekking, hiking , canoa, mountain bike , bagni alle cascate e nei laghi cristallini. Qui si predilige il silenzio, la meditazione, l’ ascolto della natura .
 Questo tipo di vacanza non e’ adatta a coloro che cercano viaggi di gruppo,programmi itineranti,  situazioni caotiche, luoghi affollati ,  sistemazioni spartane , ostelli  etc . Le  mie sistemazioni sono belle e curate nei particolari ,come dire,  avventura si ma nel comfort e nella bellezza. 

Il calendario Sami Clicca sulla stagione che preferisci!

Sistemazioni Sei un tipo da casa nel bosco oppure da Hotel?

Home

Cottage

Splendide case nelle foreste di betulle dove il silenzio è la caratteristica dominante
Home

Hotel

La soluzione per coloro che amano l’avventura senza rinunciare alla cucina svedese

Eventi Storia , cultura e tradizioni locali scandinave

Press area Tutto quello che è stato detto sui quotidiani e riviste italiane