Domande frequenti

Nel Nord Europa c’è lo stesso fuso orario dell’ Italia?

Si, non c’è differenza.

Qual’è la moneta in corso, devo portare contanti?

Sia la Svezia che Norvegia hanno una loro moneta, rispettivamente la corona svedese (sek) e la corona norvegese (nok). In entrambi i paesi vengono usate le carte di credito anche per le piccole transazioni . I contanti possono essere prelevati in loco.

Quali sono le temperature stagionali?

In inverno la temperatura media diurna oscilla tra i –10° ed i -15°. Si possono tuttavia raggiungere i –28° -30° durante le ore notturne.

Cosa si puo’ fare contro il ” temibile freddo”?

Un proverbio svedese dice “non c’è un tempo cattivo ma un abbigliamento sbagliato”. Se ci vestiamo in maniera adeguata non c’è nulla da temere. Il freddo di queste zone è asciutto, schietto, senza umidità e quindi facilmente tollerabile specialmente poi se unito all’ esercizio fisico. (scorrendo la pagina troverete altri dettagli a riguardo).

In quali mesi si vede l’Aurora Boreale ?

L’ Aurora Boreale è un fenomeno naturale, non si può programmare e nemmeno l’ uomo puo’ intervenire per farla apparire. E meno male. Ci sono tuttavia alcune predisposizioni climatiche che ne potrebbero facilitare la veduta come il buio assoluto e il cielo terso e privo di nuvole.

Qual’è la differenza tra l’ Aurora Boreale ed il Sole di Mezzanotte ?

Sono due fenomeni diversi. L’ Aurora Boreale e’ una fenomeno ottico dell’ atmosfera terrestre caratterizzato da bande luminose di varia intensita’ ed e’possibile  osservarlo in inverno.  Il Sole di Mezzanotte e’ un fenomeno astrologico relativo alla posizione del sole sull’ orizzonte –   e quindi nel periodo tra maggio e fine luglio  non e’ mai buio in quanto il sole ne’ tramonta e ne’ sorge.

I cani da slitta sono tutti Husky?

Difficilmente vengono usati Husky Siberiani per il traino delle slitte. Diciamo che è un evento piu’ turistico che reale. Per le gare ad esempio si tende a privilegiare cani meticci perchè piu resistenti nella corsa ed in particolare una razza simile all’ Husky che prende il nome di “Alaskan Husky”, un cane molto resistente, atletico, adatto alla corsa (raggiunge i 31km/h).

Perchè gli Husky non hanno gli occhi blu?

Anche questo è un mito da sfatare. Gli husky siberiani non è detto che siano bianchi e neri come non è detto che abbiano occhi blu o di un colore diverso dall’ altro. Non c’è una regola precisa o uno standard oltre che colori monocromatici posso avere un manto che varia dal grigio al rosso scuro, come nel caso di Husky Siberiani copper (color rame).

Posso portare il mio cane?

In Svezia e Norvegia ci sono precise disposizione per l’ ingresso di animali di affezione, non solo il normale passaporto ma anche una seire di vaccini che vanno somministrati 24h prima della partenza. Inoltre, molti territori, benchè costituiti da foreste a perdità d’ occhio e laghi, non consentono di lasciare i propri animali liberi di vagare ma si raccomanda il costante uso dei guinzagli. Tenendo conto di tutte queste incombenze ed essendo il vostro soggiorno da una a qualche settimana è bene che il nostro animale rimanga nella propria casa, evitando al medesimo trafile burocratiche ed un estenuante viaggio nella stiva di un aereo.

Quante ore di luce ci sono?

Ci troviamo al 62° parallelo sotto il Circolo Polare Artico. Il periodo particolarmente buio inizia a gennaio dove comincia a fare buio nelle prime ore del pomeriggio. Ma da febbraio in poi tutto ritorna alla normalità. I periodi di luce quasi perenne iniziano a partire da fine maggio e per tutto il mese di giugno. Si parla infatti di “sole di mezzanotte”.

In estate fa freddo?

In estate le temperature vannno da 10 gradi fino ad arrivare a 30 gradi. L ‘estate in questo angolo di Svezia è breve ma intensa di luce. Nelle giornate di sole si arriva a toccare i 30° ed il sole perenne rende le giornate infinite. Tantevvero che si usa molto allestire barbecue nelle spiaggette di sabbia bianca in riva ai laghi dove è frequente fare il bagno. Le acque sono cristalline, e il fondale è ricco di ciottoli. Non ma ncano anche giornate di pioggia ma l effetto è sorprendente. Splendidi arcobaleni si formano subito dopo e un intensa nebbia al profumo di resina esala dai boschi che circondano i laghi. Ideale in questi casi la canoa.

Qual’è l’abbigliamento consigliato?

In inverno, specialmente se scegliete di fare lo sci di fondo, il pile è consigliabile. Come pure una giacca leggera, si suda molto, due paia di guanti, (un paio fini per il fondo) e vestirsi a strati come le cipolle.  Pantaloni impermiabili .Scarponcini  per la neve, sciarpa a collare, cappello, occhiali da sole. (piu’ sotto, scorrendo la pagina,  troverete consigli nel dettaglio)

In estate da preferire indumenti leggeri che si asciugano presto, giacca a vento, parapioggia (no a poncho o cose simili), scarpe da trekking alte alla caviglia, pantaloni lunghi., cappello, occhiali da sole, zaino e borraccia.

Come vestire in inverno

Non è tanto il cattivo tempo o il freddo quanto l’abbigliamento che indossiamo che fa la differenza. Il freddo artico può essere intenso ma completamente diverso da un freddo mediterraneo. Il freddo polare è asciutto e basta il buonsenso nel vestirsi in maniera adeguata. Quello che è importante sapere è “vestirsi a cipolla“, ovvero a più strati:

  • Primo strato (first layer): Con questo termine si intende , il primo indumento a pelle da indossare. Questo strato è costituito da biancheria intima a maniche lunghe e pantaloni lunghi (tipo calzamaglia) – altresì chiamato “intimo tecnico”. In questo caso può essere di materiale sintetico che avrà la funzione di isolante ma allo stesso tempo di trasportare lì umidità prodotta della pelle all’ esterno per essere assorbita dallo strato successivo. Questo strato deve essere confortevole e comodo, non stretto. Mi raccomando, no al cotone.
  • Secondo strato (mid layer): Anche in questo caso il cotone non è adatto. Oggetti come camicie, pantaloni, maglioni, pile, maglioni in pile, pantaloni in pile, ecc, compongono questi strati. Ogni strato aggiunto deve adattarsi sopra lo strato precedente facilmente e non limitare i movimenti. Si dovrebbe anche avere una giacca ingombrante o camicia che si adatta facilmente sopra tutti i livelli di cui sopra. Polipropilene, poliestere o lana sono i materiali migliori.
  • Terzo strato (third layer): Il terzo strato è spesso chiamato lo strato shell, ovvero conchiglia. Il nome stesso appunto ricorda qualcosa che racchiude, che mette insieme. Questo strato deve essere impermiabile. In generale può essere costituito da giacca con cappuccio, pantaloni, guanti ( da preferire a manopola)  e cappello in pile con paraorecchie. Scaldacollo,  occhiali da sole, mascherine da sci.
  • Altro: zaino per il necessario giornaliero durante le escursioni.

Come vestire in estate

L’ abbigliamento deve essere quello tipico da montagna. La prima regola e’ quella di non caricarsi di cose inutile . Quindi poche cose ma buone 🙂

  • giacca a vento con cappuccio , pantaloni leggeri da montagna adatti per il trekking , camicia o pile leggero, scarponi da trekking . No a scarpe da ginnastica o simili. 
  • Uno zaino capiente che contenga : giacca e pantaloni anti pioggia , cappello , scaldacollo, guanti leggeri, un pile pesante e uno di medio spessore:la vecchia regola del vestirsi a cipolla, cioè a strati sovrapposti.due magliette sottili, di cui una a maniche lunghe, da tenere a contatto di pelle. Ottime le magliette tecniche sintetiche che aiutano la traspirazione e asciugano molto rapidamente, al contrario di quelle di cotone che si impregnano di sudore asciugando molto lentamente,cappello, occhiali da sole