Nelle terre dei ghiacci e dei Sami

summer_head

L’estate del Grande Nord ha un fascino da scoprire. Le piante libere dai ghiacci sentono la linfa scorrere di nuovo ai primi raggi di sole . Con il disgelo è facile scorgere timide foglioline pronte ad aprirsi appena le temperature iniziano a riscaldarle. Nel giro di una notte tutto ciò che poche ore prima appariva monocromatico si accende di colori.

Le betulle riprendono vitalità e dai loro rami  miriadi di nuove foglie  le rivestiranno per tutta l’ estate. I tetti delle case, non più appesantiti dai blocchi di neve fanno intravedere i primi ciuffi d’ erba e presto orchidee selvatiche decoreranno i paesaggi .
Per la prima volta dopo mesi di gelo le cascate potranno  scorrere libere. Il loro carattere è impetuoso, irruento. Le acque sono  scure  composte da humus fertile , terriccio , ciottoli  pianticelle  per aver raccolto,  nel loro discendere, la terra liberata dal ghiaccio.Di notte, e’ impossibile non udirle.

Da giugno a settembre il clima è variabile. In questi ultimi anni ha assunto quasi carattere “tropicale” per via di temporali di poche ore che lasciano poi spazio al sole. Le temperature si aggirano da un minimo di 14 gradi ad un massimo di 30.. Nel periodo di Giugno e fino alla prima settimana di luglio le renne dominano i paesaggi. Portati a valle, nei pascoli estivi ,dai pastori Sami spesso trovano refrigerio al ombra – sotto i pergolati delle case. In questa scena idillica fa capolino il sole di mezzanotte ed i castori che escono allo scoperto in tarda serata per costruire le loro dighe.
Le giornate sono lunghe e terse il sole è il dominatore incontrastato. Non fa quasi mai buio e la notte ha un atmosfera crepuscolare .

Da luglio a settembre splendide escursioni nella Riserva Naturale del Rogen per vedere il bue muschiato , escursioni in canoa, trekking e bagno alle cascate.

I nostri trekking estivi sono di facile e media difficoltà e non richiedono particolari capacita’.
Le famiglie sono benvenute. I ragazzi qui trovano molte occasioni e molti punti di osservazione per la didattica : imparano a riconoscere le tracce degli animali, e i vari tipi di fiori e bacche presenti nel territorio. L’ aspetto faunistico e botanico della Lapponia svedese ha un valore immenso . Questa terra ha dato i natali a Carlo Linneo – a lui si deve la classificazione di tutti gli animali e piante che hanno rivoluzionato il mondo scientifico.
Il 90% del territorio è coperto da foreste e laghi dove vivono ancora animali in via di estinzione.
Il mito dei paesi scandinavi sempre freddi e inospitali è da sfatare. Il freddo che si avverte non è umido ma sano, fresco, asciutto e le sue estati – anche se brevi – conoscono climi temperati, freschi dove è possibile fare picnic sulle spiagge in riva ai laghi allestire un barbecue e godersi il sole quasi perenne che accompagna le giornate.

Altra caratteristica – il silenzio – come non l avete mai sentito. Si ode solo la voce di uccelli e l’intermittenza delle cascate. I tempi sono infinitamente lunghi. Si vive in un altra realtà dove il traffico, la gente, i rumori sembrano un ricordo lontano.
Le escursioni giornaliere che faremo si svolgeranno in tarda mattinata. Di solito staremo fuori per 4 / 5 ore per giorno dipende dai percorsi e siccome le giornate sono lunghissime cercheremo di muoversi a metà mattinata fino a pomeriggio inoltrato. Le ore di luce specialmente i primi mesi di giugno e luglio sono molte e non fa quasi mai buio. Si potrà osservare solo una sorta di crepuscolo tra le 2 di notte alle 4 del mattino altrimenti il sole ci farà quasi sempre compagnia.

Summer tour

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi