Nelle terre dei ghiacci e dei Sami

Attività

“ Mi rendo conto di quanto sia stata fortunata nell’ avere potuto condurre una vita libera e ad misura d’ uomo in una terra piena di pace dopo aver conosciuto il frastuono e le preoccupazioni del mondo”

Karen Bixlen, La mia Africa.

 Da quando ho deciso di intraprendere l’ attività di “Tour Operator”, il libro di questa donna coraggiosa mi ha sempre accompagnato.   Karen Blixen una nobile danese   estroversa e amante dell’ avventura che lascia la Danimarca  dove vive , per innamorarsi di quella che definirà poi “ La mia Africa” una  terra che raggiungerà nel 1913 fino al 1918 e che segnerà la sua vita ed i suoi amori.

Ciò che si prova a vivere nella terra dei ghiacci per eccellenza può essere paragonabile a quella della contemplazione delle grandi distese africane. Direi che è lo stesso smarrimento,la stessa estasi  che ti porta ad essere tutt’ uno con l’ universo. Ciò che Karen Blixen amò profondamente dell’ Africa fu la sua semplicità e il fatto che tutto sommato l’ allegria e il senso dell’ onore  degli africani e il loro modo di essere era ben lunga preferibile agli odiosi e razzisti intellettuali inglesi di cui si circondava.

Ciò che io ho  amato fin da subito di questa terra è la non contaminazione umana. Un abitante per chilometro quadrato in una superficie paragonabile alla grandezza del Belgio – circondata da foreste la maggior parte  senza strade, accessi , dove ancora vivono animali in via d’estinzione.

La Red Fox Adventure Holidays è stata da subito una sfida. L` attivita` che ho creato   non e` un agenzia di viaggio che offre piu’ destinazioni ma appunto un Tour Operator specializzato in una determinata area – quella in cui vivo, ovvero al 62esimo parallelo sotto al Circolo Polare, al confine tra la Svezia e la Norvegia.

In un mondo dove non ci si accontenta piu’ , dove si è abituati a vacanze brevi e incasellate in multi-attività non avrei mai pensato che potesse funzionare. Innanzitutto un territorio fuori dalle mete turistiche e con poche informazioni in lingua inglese. Un tipo di turismo prevalentemente locale e specifico per popolazioni nordiche incentrato su attività outdoor come lo sci di fondo e la motoslitta. Riempire di contenuti – come nel caso di un sito- quando non si riesce ad attingere ad informazioni immediate è stato il primo scoglio. Da qui l’ urgenza di uno studio del territorio approfondito , evidenziare quelle peculiarità che avrebbero potuto interessare un pubblico diverso da quello locale e sopratutto intraprendere contatti non solo qui in Svezia ma con la vicina Norvegia vedere cosa  poteva offrire per organizzare vacanze davvero speciali. E ancora, contattare le comunità indigene locali , studiare la loro storia, la loro cultura., cercare di capire e di entrare nelle loro visione delle cose. Altra sfida  non da poco,  il territorio con le mappe e fisicamente percorrere chilometri  con gli sci , cimentarsi in sport e stili di vita che non avrei mai potuto immaginare riuscissi a portare a termine o finanche provarci.  In tutto questo anche  l’ incontro con “il freddo” ha avuto la sua parte determinante. Le temperature costantemente  sotto lo zero  diventano  – per chi ha la possibilità di viverci e di sperimentare un esistenza fuori dagli standard –  –  un banco di prova, una caratteristica essenziale per misurarsi con qualcosa di primordiale e ancestrale.

 Nel corso del tempo sono riuscita ad individuare e sperimentare  splendidi itinerari da percorrere a contatto con una natura genuina : in inverno,  attraverso sport come lo sci di fondo. Infatti  grazie agli sci  è possibile arrivare in luoghi altrimenti inaccessibili e  scoprire un Artico inedito senza essere degli esploratori. ( naturalmente ho previsto delle lezioni , per i principianti)  Lavoro altresi` con il mondo dei cani  da slitta -ed ho scelto “kennel”  dove  gli animali vengono  allevati con passione   grazie alla  collaborazione di  una famiglia locale  che si dedica al mondo delle slitte da generazioni . Collaboro attivamente con gli indigeni locali – i Sami ( popoli nord – europei che si dedicano all`allevamento delle renne) attraverso i quali mi informo sulle loro attivita` e partecipo alla transumanza delle renne e quando posso coinvolgo anche i miei clienti mostrando loro un mondo ancestrale e diverso dove i rituali sono rimasti in parte intatti da generazioni. Naturalmente uso anche le motoslitte, sperimentando la pesca sul ghiaccio durante gli itinerari sulle montagne .
In seguito mi sono anche specializzata nell` organizzazione di  eventi , location per aziende e multinazionali ma anche per privati che sono alla ricerca di qualcosa di esclusivo e fuori dagli stereotipi.

 In estate : In estate ho scoperto l`hiking ( versione leggera del trekking) e recentemente ho sperimentato il “Nordic Walking” – tutte attivita`sportive “gentili” che permettono anche i non allenati di vivere questa parte di tundra artica come esploratori professionisti. L’  estate scandinava infatti  e’ fatta  di colori ,  arcobaleni, di specchi d’ acqua infiniti, di cascate e  orchidee selvatiche . Le estati sono piacevoli, le temperature variano dai 14 fino ai 30 gradi.  I mesi migliori vanno da fine giugno -con il sole di mezzanotte fino all’ autunno inoltrato quando le foglie degli alberi si colorano  di giallo  e arancione e conferendo  al paesaggio un aspetto da fiaba. E’ questo infatti il paese delle fate , dei troll e dei folletti dei boschi  ed è facile di tanto intanto vederli spuntare da qualche anfratto della foresta o fare capolino da dietro un albero di betulla. Non ci credete?

E’ tutto vero, è tutto vero 😉

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi