Vacanza in fattoria in Norvegia

Vita nei boschi come il giovane Walden di Henry David Thoreau  – 4 giorni/ 3 notti con possibilità di estendere il soggiorno

“Andai nei boschi perché desideravo vivere con saggezza, per affrontare solo i fatti essenziali della vita, e per vedere se non fossi capace di imparare quanto essa aveva da insegnarmi, e per non scoprire, in punto di morte, che non ero vissuto. Non volevo vivere quella che non era una vita, a meno che non fosse assolutamente necessario. Volevo vivere profondamente, e succhiare tutto il midollo di essa, vivere da gagliardo spartano, tanto da distruggere tutto ciò che non fosse vita, falciare ampio e raso terra e mettere poi la vita in un angolo, ridotta ai suoi termini più semplici “[…][4] (cap. II, 1988, pp. 152 sg.) Walden ovvero Vita nei boschi, Henry David Thoreau

 

original1In Norvegese  si chiama ” Norsk Seterkultur” ovvero la pratica dell’ agricoltura estiva che  si tramanda gia dal 7° secolo , periodo dell’ età del Ferro – testimonianze rinvenute nelle zone montane e costiere della Norvegia hanno provato  come il fare agricoltura in un paese per definizione freddo e inospitale ha prodotto un paesaggio variegato per la presenza di mucche,  e ovini sulle alture consentendo la produzione   una quantità di prodotti caseari per una vendita su larga scala nel periodo invernale. Una vecchia legge norvegese la   “Gulatingslova” stabiliva che se un fattore non portava al pascolo estivo i propri animale poteva essere accusato di “allevamento illegale”. Molte delle leggi odierne che regolano i pascoli estivi in Norvegia provengono da quelle antiche leggi anche se purtroppo tale pratica agricola si è perduta nella notte dei tempi e la modernità ha preso il sopravvento.

Tuttavia , molte fattorie sono rimaste inattive, da qui l’ esigenza di renderle ancora funzionanti e magari  trasformale di nuovo in quello che erano un tempo prima che i giovani abbandonassero i luoghi nativi per cercare lavoro nelle città. L’ area che abbiamo individuato  è anche “hunting free” ovvero un territorio di 400 ettari di terra  dove la caccia non è consentita e dove si individuano molte specie di animali come falchi, aquile, pernici bianche, lepri artiche, renne, alci etc

P1200650La fattoria – si trova nel cuore della tundra artica – ma allo stesso tempo  facilmente raggiungibile da Roros  piccola cittadina norvegese  Patrimonio dell’ Unesco  da cui recentemente  ha tratto ispirazione la Walt Disney per disegnare le scenografie ed i personaggi di “Frozen”   – il cartoon per bambini e non –  che da noi ha preso il titolo “Regno del ghiaccio” . Ad un chilometro dalla fattoria si scorgono i recinti delle renne che i pastori Sami usano per radunare questi animali ,  in certi periodi dell’ anno.

A venti minuti di cammino in un territorio ricco di muschi, licheni ed azalee selvatiche  si puo’ raggiungere la miniera di Rodhammeren affascinante dal punto di vista geologico. Scoperta nel 1640 come giacimento ricco di rame è stata poi definitivamente chiusa ed or è solo meta di pellegrini che percorrono i sentieri durante l’ estate.

A me piace chiamarla “la montagna dei Troll”, secondo una leggenda locale – i Troll i misteriosi e birichini  protagonisti delle fiabe norrene dormono dentro le miniere ed escono solo di notte perchè la luce del giorno li trasformerebbe in pietre.

CARATTERISTICHE DELLE FATTORIA :

E’ una vacanza per amanti della natura e per assaporare quel ritorno alle origini le cui abitudini si sono perse nella notte dei tempi. Niente internet, niente elettricità. Ci si lava , si prepara i pasti , e ci si scalda con la legna. A 400 metri dalla fattoria un meraviglioso lago dall’ acqua cristallina dove è possibile fare il bagno, prendere la barca e andare a pescare. Uno dei pesci presenti è il salmerino alpino dalle carni pregiate e prelibate. Davanti alla fattoria una fonte da dove attingere l’ acqua. La fattoria puo’ ospitare fino a 14 persone tenendo conto che la camere sono formate da 4 letti ciascuna. La cucina è provvista di acquaio dove lavare i piatti e l’ acqua deve essere attinta alla fonte, cosi’ come per lavarsi nell’ apposita stanza fornita di lavandini. Nella fattoria  troverete anche una piccola dispensa di prodotti alimentari di base . Per  cucinare  ci sono i fornelli ed un barbecue all’ esterno. La toilette è quella tipica norvegese di montagna .

La fattoria dispone anche di una “hot tub”, interamente in legno  la cui acqua dovrà essere riscaldata con la legna che  provvederemo noi ad allestire per un bagno sotto le stelle. Per dormire è preferibile portare u sacco a pelo ma  è anche sufficiente portarsi quello che si chiama “sacco lenzuolo” perchè possiamo fornire cuscini  e trapunte per una calda notte.

PROGRAMMA :

Gli arrivi  sono ogni venerdi e naturalmente saremo ad aspettarvi alla stazione/aeroporto di Roros . Trasferimento per la fattoria 30 min

Le giornate successive potrete programmarle come piu’ desiderate. Sin dal mattino dopo la colazione  si potrà impiegare la giornata a pescare, leggere , fare passeggiate ed occuparsi del ” daily life ” di una fattoria. Tra cui nel periodo del pascolo accudire le mucche. Nella fattoria non ci sono animali durante il resto dell’ anno perchè sono solo pascoli estivi non permanenti. Per chi piace potrà seguire il fattore  nella raccolta e taglio della legna per poi usare negli alloggi.

Con le belle e lunghe giornate si potranno fare escursioni  e raccogliere i mirtilli sia rossi che neri che troveremo in abbondanza nel periodo a partire da fine luglio fino a settembre inoltrato. Non sarà un soggiorno completamente “cast away”. L’ ultima sera sarà cena e pernottamento in hotel per poi il giorno dopo essere in aeroporto.

PER CHI E’ ADATTO :Se volete staccare la spina dalle citta’ e dallo stress quotidiano questo è un luogo magico dove con un cielo stellato e terso  è ancora possibile vedere l’ Aurora Boreale e le tante luci del Nord. Udire il verso degli animali , il passaggio delle volpi, delle pernici. Allo stesso tempo è un luogo molto semplice lontano dalle comodità moderne. Chi decide per una vacanza di questo tipo deve  essere consapevole dei “disagi” che potrebbe incontrare nei luoghi di campagna come le zanzare – e quindi portarsi dietro i repellenti e tutte le cose necessarie che ciascuno personalmente avrà bisogno.  In certi periodi dell’ estate potremo pure incontrare i lemming ovvero dei piccoli criceti che vivono da queste parti . I pasti sono  “frugali” anche se da luglio a settembre durante i week end potremo mangiare in una “trattoria” norvegese a   conduzione familiare. Altra cosa con cui fare i conti è il silenzio, molto diverso da quello delle città unito dalla consapevolezza che l’ uso delle candele sarà determinante non essendoci l’ elettricità.

IL CLIMA :
Siamo Sotto al Circolo Polare Artico. Tuttavia in estate il clima è abbastanza temperato e le temperature diurne possono raggiungere anche i 30 gradi ma non sono escluse piogge oppure qualche fiocco di neve. Per l’ abbigliamento , cosa portarsi ed altri ulteriori dettagli  vi saranno forniti al momento della prenotazione.

LA GALLERIA:

Questo slideshow richiede JavaScript.